Sommario delle Specifiche Tecniche e Varianti di Specifica
Famiglia: Polieteri convenzionali
Gruppi: Heliocel, Heliocel serie NIR, Heliocel alta portanza
 
Tipo/Codice
Prodotto
Densità Caratteristiche di portanza Rigidezza a
compressione
Fatica
dinamica
Resistenza
a trazione
Deformaz.
residua
Resa
elastica
Porosità Alt.
blocchi
Largh.
blocchi
Colori /
Configurazione
(±5%) Sforzo a
compress. CV 40
(±15%)
Resistenza
all'affondam.
al 25% (±15%)
Resistenza
all'affondam.
al 45% (±15%)
Resistenza
all'affondam.
al 65% (±15%)
URL (±20%) Perdita di
spessore (Max)
Perdita di
portanza (Max)
Carico a
rottura
(Min)
Allungam. (Min) Compress.
al 50% (Max)
(Min) (±2) (±3%) (±3%) Blocchi Rotoli
Heliocel
HLC 21 N21,03,7------1101805-16---std/grigio medio
HLC 21 P21,04,3------1101506-16---giallo/azzurro/std
HLC 22 IPP22,03,0------1001804-16115192biancobeige chiaro/std
HLC 22 N22,03,7------1001506-16114190/200giallo chiaro-
HLC 25 N25,04,0------1201804-17---std
HLC 25 I25,02,480100180-3,52511026045017105204aragostaaragosta/std
HLC 25 I/AT25,02,06080140-3,0306020074017117210bianco-
HLC 25 IP/AT25,03,5110140270---11018034517116215beige chiaro-
HLC 25 IPP/AT25,03,8120150285---11018034517116212giallogiallo/std
HLC 25 IPP/AT//////////---//////////116204giallo/tabacco scuro^/grigio argento^//
HLC 25 IPP/AT//////////---//////////116193/204^verde//
HLC 25 P25,04,7------1101305-16---std
HLC 30 ISP30,03,5120140280-3,02512022035017116215verde chiaroverde chiaro/beige ch./std
HLC 30 IP/AT30,04,3145175330-2,52013020035017110212celeste chiaroceleste ch./beige ch./std
HLC 3232,03,2102125230-3,02512016045016115210grigio argento-
HLC 3434,04,0------1301804-16---std
HLC 34 P34,04,8------901505-16---bianco
HLC 34 P/BO34,04,8------901505-16---bianco
HLC 35 IP/AT35,04,0140170320-2,52012022035517110210nocciolanocciola/std
HLC 36 M36,02,8------901903-17---std/antracite scuro
HLC 36 M/BO36,02,8------901903-17---bianco
HLC 4040,06,5215270510-3,03015015024517108210biancostd
HLC 40 IP40,04,8155195365-3,02511017025517113210arancio chiarostd
HLC 40 IPP40,05,8------1101703-17---std
Heliocel serie NIR
NIR 2121,03,7115145285---11016054016110/([116]210/[194]bianco/[bianco]-
NIR 21/E21,04,3130170340---10012064016110212bianco
NIR 25/E25,04,7140180360---11013054016113212bianco/grigio argento
NIR 25/EG25,04,4------1001305-12100212nero extra-
NIR 25 S25,03,1100130240---12023044517110212bianco-
NIR 2727.04,2130170340---11015054017115192/200azzurro-
NIR 30/E29,05,2170220400---11012064017110210bianco-
NIR 3535,05,0140190380---1101305-16108210bianco-
Heliocel alta portanza
HLC 30 PR30,07,0------1501204-16105210grigiostd
HLC 35 R35,09,0------170906-18105210biancogrigio chiaro
HLC 37 R37,010,0------1901005-18---std
HLC 40 R40,08,0------1601004-18---std
HLC 48 RR52,011,0------2201004-18---std
HLC 52 RR52,011,5------2201003-20---std
Avvertenze
a) I dati riportati nelle " SCHEDA TECNICA/CERTIFICATO DI QUALITA' " si riferiscono a provette ricavate nel piano perpendicolare al senso di crescita del prodotto in fase di reazione e non in prossimità delle superfici esterne. I materiali ad alta resilienza (HR, quali OS, NLTX, GAIA, WL, WLD, BREEZE) devono essere preventivamente sottoposti ad opportuni trattamenti meccanici atti a generare la rottura della parete delle celle (in gergo "manganatura" o "calandratura"). La densità indicata si riferisce al materiale "pulito". La densità del blocco grezzo dovrà tener conto di una maggiorazione dovuta alla maggior densità delle "bucce" esterne.
b) Consigliamo l'utilizzatore di ricavare i particolari in modo che in fase di utilizzo finale essi vengano sollecitati in direzione parallela al senso di crescita.
c) Dati e informazioni contenuti in questo documento e nelle singole Specifiche Tecniche e Schede Tecniche/Certificato di Qualità sono basate sulle conoscenze disponibili alla data di emissione (o successive revisioni).
d) Non può essere data alcuna garanzia circa la sufficienza delle raccomandazioni suggerite contenute in questo documento, né si può escludere che altre o ulteriori misure possano essere richieste in circostanze particolari o eccezionali.
e) L'utilizzatore deve assicurarsi della congruità e della completezza delle informazioni in relazione all'uso particolare che ne deve fare.
f) Nel caso di comportamento al fuoco in accordo con quanto indicato nella Schedule 1 Part I del "The Furniture and Furnishings (Fire) (Safety) Regulations 1988, emendato 1989, 1993 e 2010, BS 5852 Parte 2: 1982, sorgente 5: la prova richiede di verificare la reazione al fuoco dell'imbottitura in abbinamento ad un tessuto standard in fibra poliestere 100% flame retardant; prova normalmente richiesta per l'applicazione nel settore "DOMESTIC". Sottolineiamo che la classe di appartenenza dell'imbottitura in abbinamento ad altri tipi di tessuto può essere attribuita solo al pacchetto completo dei prodotti costituenti il manufatto (espanso+tessuto+eventuale interposto); prova normalmente richiesta per l'applicazione nel settore "CONTRACT" (BS 7176). Talvolta tale abbinamento può portare a variazioni anche significative rispetto alla reazione al fuoco dell'imbottitura con il tessuto standard sopracitato. Invitiamo pertanto il Cliente ad utilizzare il materiale solo dopo essersi sincerato che il manufatto sia congruente con le caratteristiche di comportamento al fuoco necessarie.
g) Nel caso di comportamento al fuoco secondo norma UNI 9175 la classe di appartenenza del prodotto può essere attribuita solo al pacchetto completo dei prodotti costituenti il manufatto (espanso+tessuto+eventuale interposto). Talvolta tale abbinamento può portare a variazioni anche significative rispetto alla reazione al fuoco dei singoli costituenti. Invitiamo pertanto il Cliente ad utilizzare il materiale solo dopo essersi sincerato che il manufatto sia congruente con le caratteristiche di comportamento al fuoco necessarie.
h) Per le normative di riferimento delle caratteristiche fisico meccaniche elencate in questo documento vedere le "Schede tecniche/Certificato di qualità" di ciascuna tipologia.
i) I dati riportati in questo documento sono aggiornati al momento dell'emissione. ORSA foam si riserva il diritto di modificarne i contenuti in qualsiasi momento.

E' responsabilità dell''utilizzatore di verificare l'aggiornamento dei dati in essa contenuti.

Tolleranze dimensionali di taglio per materiali (esclusi viscoelastici) in configurazione rotoli:

Altezza (cm) - 1 + 3

Spessore (mm) - 0,2 + 0,3 per spessori da 1,8 a 3,0 mm
Spessore (mm) - 0,2 + 0,4 per spessori da 3,1 a 5,0 mm
Spessore (mm) - 0,3 + 0,5 per spessori da 5,1 a 10,0 mm
Spessore (mm) - 0,4 + 0,6 per spessori da 10,1 a 15,0 mm
Spessore (mm) - 0,4 + 0,8 per spessori da 15,1 a 30,0 mm
Spessore (mm) - 0,5 + 1,3 per spessori oltre 30,1 mm

Lunghezza (m) ± 3%

La tolleranza associabile ai materiali viscoelastici in rotoli è definita come -2/+3 mm. Inoltre lo spessore minimo ottenibile in questo caso è da considerarsi il 15 mm.

Le dimensioni, per materiali non compressi, si intendono garantite dopo 30 minuti dallo srotolamento del prodotto, poiché l’avvolgimento in rotolo avviene sotto leggera tensione, la quale può provocare lievi restringimenti transitori.
Nel caso di materiali compressi occorrerà attendere almeno 24 ore dopo la decompressione del materiale. Il materiale deve essere conservato compresso il minor tempo possibile, idealmente per il solo tempo necessario per il trasporto. Si tenga conto che il materiale viene compresso coerentemente al taglio.

Tolleranze dimensionali di taglio per materiali in configurazione blocchi:

Altezza (cm) - 3 + 3
Larghezza (cm) - 1 + 4
Lunghezza (cm) - 0 + 4
Lunghezza (cm) - 1 + 4 Per viscoelastici, compreso DS FOAM

Il blocco non deve essere soggetto a pressioni (in nessuna direzione) da alcune ore (compressione da carico, blocchi impilati o schiacciati contro un muro), idealmente fino a 24 h.
Per i materiali viscoelatici, le condizioni di conservazione per il tempo citato, devono tener conto della termosensibilità del materiale, indicativamente le temperature dovrebbero essere superiori a circa 15 °C. Inoltre è opportuno che la base di appoggio sia sufficientemente liscia da permettere al materiale di scivolare. Questo perché avendo il materiale viscoelastico, per sua natura, poca “spinta”, una superficie lontana da questa condizione (ad es. asfalto), potrebbe impedire il “ritorno” del materiale alle misure iniziali dopo la compressione.
Note
^ I materiali in configurazione blocchi sono da considerare come sempre disponibili a magazzino tranne quelli con colori o dimensioni accompagnate da questo simbolo, in questo caso il materiale viene prodotto a commessa.

I colori standard (std) per le tipologie in configurazione ROTOLI sono BIANCO, GRIGIO CHIARO, GRIGIO, ANTRACITE e NERO

Tutti i materiali siglati "/S" contengono un biocida che preserva l’articolo dalla colonizzazione da parte di micro-organismi. Sostanza attiva biocida: 2-butil-benzo[d]isotiazol-3-one (BBIT).

Tutti i materiali siglati "/UV" sono additivati con una sostanza che rallenta (rispetto al prodotto equivalente non additivato) l'ingiallimento dovuto all'esposizione alla luce.
Tutti i materiali siglati "/SO" sono additivati con sbiancante ottico.